venerdì 22 aprile 2016

Kasper, una favola a lieto fine




Il giorno 8 aprile 2016  è stato recuperato Kasper, salvato in tempo da un abbandono che lo ha ridotto pelle e ossa. E' apparso davanti agli occhi delle volontarie come un'anima vagante, come se fosse un fantasma con il suo corpo gracile, implorante e indifeso, senza pelo con la sua pelle rosa, con i suoi occhi semisocchiusi che non avevano neanche la forza di chiedere aiuto.   






KASPER, chiamato così dalle volontarie, è lui, un altro figlio di quella strada che quando non uccide non perdona, figlio dell'ignoranza e della solita indifferenza di gente disumana, figlio dell'intolleranza, figlio delle istituzioni sorde al problema del randagismo, figlio di quanti abbandonano il proprio cane nel momento in cui ha bisogno di tutto. Kasper porta i segni di tutto questo, quei segni che hanno spinto le volontarie a seguirlo per giorni nel tentativo di salvarlo.  

Dopo il recupero grazie ai volontari Anna Sitek Ventre, Monika Kisielewicz e Gianluca Cammarano, è stato indispensabile provvedere al suo ricovero in clinica per le gravi condizioni di salute.  

 

Dopo alcune ore dal suo ingresso in clinica, il nostro piccolo Kasper è entrato in uno stato comatoso e per tutti noi ogni minuto in più che rimaneva in vita era da considerarsi un miracolo.


 





11 aprile 2016 - Fortunatamente Kasper dopo due giorni si è svegliato dal coma, lentamente inizia ad alzare la testa e a voltarsi nella  direzione della voce che lo chiama. Troppo debole per reggersi in piedi, il problema alla vista non lo fa sentire sicuro nei movimenti, ma rimane volentieri al sole nell'aiuola della clinica, insieme alle volontarie che ogni giorno sono con lui  per fargli sentire la presenza, anche se per poco tempo, di persone che ci tengono alla sua vita e che lo amano. 



12 aprile 2016 - Kasper tenta spesso di alzarsi in piedi da solo e di reggersi  ma ciò che ostacola la certezza nei movimenti è un problema alla vista. Ci rendiamo conto che non sopporta la luce e tale problema ci viene confermato dai sanitari che intanto lo stanno curando anche per questo.   




13 aprile 2016 - Kasper riesce e rimane in piedi e tenta di fare qualche passo anche se barcolla. La sua voglia di vivere è forte e gli piace godersi qualche ora di sole con la volontaria di turno che va a trovarlo.


14/18  aprile 2016 - I suoi progressi sono lenti ma fortunatamente è fuori pericolo. L'odore del cibo lo attrae e mangia un pò di scatoletta dalle mani della volontaria. Il problema alla vista rimane nonostante le continue cure mentre la sua pelle si mostra più distesa una volta pulita da tutte le incrostazioni che aveva.


19 aprile 2016 - Kasper è stato dimesso dalla clinica e ospitato a casa dalla volontaria Monika che si occuperà di somministrargli la terapia prescritta e di sottoporlo ai controlli periodici. Per questo piccolo essere indifeso inizia adesso il suo nuovo percorso di guarigione e tutti noi siamo di supporto affinchè ritorni presto in perfetta forma, pieno di energia e con un ricco pelo da spazzolare con amore.    


21 aprile 2016 - Kasper a casa di Monika fa le prime passeggiate mattutine nel giardino  con il suo cappottino azzurro. Stare in una casa dove viene curato con amore lo fa sentire più tranquillo e rilassato ... tutto questo contribuirà alla sua guarigione perchè insieme alle terapie c'è l'amore con il suo toccasana anche nei miracoli.

   
Il 2 maggio 2016, Kasper è stato sottoposto a visita oculistica presso un centro specializzato e purtroppo è stata confermata la sua cecità. Sarà sottoposto a ulteriori infagini e noi tutti per lui incrociamo le dita.





25 giugno 2016

KASPER raggiunge la sua nuova famiglia  in provincia di Asti. In queste foto è nella sua nuova casa che ha un bellissimo giardino. In casa lo hanno atteso per un bel pò e subito è diventato il coccolone di tutti .... bipedi e quadrupedi ...





 Questa si che è una favola meravigliosa !!! 
Buona vita Kasper ! 


giovedì 21 aprile 2016

Perchè i cani russano?

Perché i cani russano?
Dalle allergie all'obesità, sono molteplici le cause che portano i nostri amici a quattro zampe a russare esattamente come gli esseri umani.
"Anche se in alcuni cani il russamento è un aspetto normale, può essere segno di qualcosa che non va", ha detto Kwane Stewart, veterinario a capo della American Humane Association. "I cani hanno bisogno di un sonno ristoratore, proprio come noi, per essere in buona salute. Entrano addirittura in fase REM. Se il russare è persistente e talmente forte da svegliare il nostro amico dal sonno, forse è il caso che venga visitato da un veterinario". 
Ma c'è una buona notizia: molti di questi problemi si possono facilmente correggere. 
Ecco di seguito le dieci cause più comuni per cui gli animali russano. 

Ostruzione. Se il nostro cane ha qualcosa che intasa naso o gola, potrebbe impedire una corretta respirazione e causare russamento. 

Anatomia. Alcune razze sono più inclini a russamento di altre. Cani con nasi molto corti, come carlini, bulldog o boston terrier, hanno spesso problemi di respirazione notturna. Queste razze brachicefale devono spesso fare sforzi maggiori per respirare. Sarebbe corretto chiedere consiglio al proprio veterinario per eventuali interventi chirurgici risolutivi. 

Allergie. I cani possono sviluppare allergie proprio come noi, a polvere, polline, profumi o altri animali: ciò può portare a costrizione nasale e a russamento. 

Obesità. Secondo recenti studi della Association for Pet Obesity Prevention (APOP), più della metà della popolazione canina è in sovrappeso. Se il nostro cane ha preso qualche chilo, un maggior tessuto nella gola o il collassamento degli anelli tracheali possono bloccare il passaggio dell'aria. Farmaci. Alcune medicine, come antidolorifici, rilassanti muscolari e tranquillanti possono distendere il nostro cane così tanto da allentare i muscoli della gola, causando russamento. 

Problemi dentali. Ascessi dentali o gonfiore nella cavità orale sono causa principale di russamento. Se non trattata, un'infezione può diffondersi in tutto il corpo dell'animale, causando problemi molto seri. 

Fumo passivo. Abbiamo forse bisogno di un altro motivo per smettere di fumare? "Molte persone prendono sottogamba gli effetti che il loro vizio ha nella vita di un animale", ha dichiarato il veterinario georgiano Kaylin Touché. "Proprio come le persone, il fumo passivo può danneggiare l'apparato respiratorio del cane, causando asma, bronchite e russamenti". 

Malattie fungine. Il russamento può essere il risultato di una malattia fungina chiamata aspergillosi, innescata da muffe presenti su fasci d'erba, fieno, paglia o polvere. Il fungo può entrare attraverso le pareti umide del naso e causare starnuti, gonfiore, scolo nasale e russamenti.

Rinite. I cani possono avere il raffreddore proprio come noi, e ovviamente ciò causa naso chiuso. Le membrane del muco possono infiammarsi o irritarsi per via di infezioni, funghi, traumi o altre cause. Questo può portare a sintomi che includono scolo nasale, starnuti, russamenti e respiro difficoltoso. 

Posizione di riposo. Anche soltanto la posizione in cui si mette a dormire può causare russamenti. I cani che stanno in posizione supina sono più propensi a russare rispetto a quelli che si rannicchiano e dormono sulla pancia. Insomma, ecco l'ennesima riprova che i nostri amici a quattro zampe sono proprio come noi, pregi e difetti!

(Fonte: http://trovalazampa.corriere.it)


Una zampa sulla mano

21 aprile 2016 - Sono trascorsi poco più di tre anni e i loro occhi rimangono nei ricordi in ogni istante. In tanti sono stati aiutati e tratti in salvo da situazioni disastrose e di ognuno è rimasta una piccola luce nel cuore che ricorda la sua storia. Alcuni sono rimasti con me, altri sono andati via tra le braccia di nuove mamme e ogni volta che li rivedo nelle foto che mi inviano c'è un gran sorriso che mi invade il cuore. Ringrazio le famiglie che li hanno adottati con amore e consapevolezza e ringrazio questi miei angeli pelosi che ogni giorno mi hanno fatta rinascere ... ♥ Questo video è dedicato a tutti loro 





E' difficile spiegare cosa si prova in questi momenti. Voi siete così indifesi e avete fiducia nella mano che vi porge una ciotola e vi lascia una carezza ... Non sapete cosa ci sarà in un domani ma apprezzate il presente dimenticando ciò che vi ha feriti in un tempo poco lontano. Sapete essere una presenza attenta, insistente e fedele con i vostri occhi che trasmettono tutto ciò che non è spiegabile e difficilmente comprensibile da chi vi considera niente altro che cani! Sapete riempire le ore vuote, mi fate sentire utile e desiderosa di dare amore, mi fate sentire felice, spensierata, lontana dalle cattiverie del mondo ogni volta che ricevo con un gesto e con uno sguardo tutto l'amore incondizionato che solo voi riuscite a donare.
L'amore è qui, dove si dona da entrambe le parti soltanto perchè il nostro cuore vuole così ...
A noi non importa chi ci ferisce, chi vorrebbe distruggerci o chi ci considera matti ... chi va via o chi rimane ... a noi importa rimanere così, per ore e ore fuori dal mondo senza pensare a domani nè a ieri, noi rimaniamo qui perchè insieme riusciremo a oltrepassare ogni momento non buono, ogni tristezza che può assalirci. Noi siamo contenti di stare insieme perchè ci somigliamo tanto e anche se le nostre strade dovranno dividersi un giorno ci ritroveremo con lo stesso amore di oggi ... Certo, ci sarà anche il distacco ....
E' sempre così difficile distaccarsi da voi nel momento in cui trovate quell'amore in cui insieme abbiamo tanto sperato ... E' difficile guardarvi andar via in quell'auto che scompare dietro la curva ... in quel preciso istante c'è qualcosa che mi si strappa dentro lasciando un piccolo vuoto che fa dolore. E mi sento irrimediabilmente sola quando mi ritrovo a guardare nel vuoto, a ripercorrere i momenti vissuti con ognuno di voi mentre mi accorgo che sono cinque, sette, otto mesi e addirittura 1 anno di vita insieme ... momenti che hanno costruito una nicchia d'amore dentro di me e che adesso sono dolci ricordi per darmi la forza di dire basta o continuare.
E ci si abitua a custodire e a rattoppare quel vuoto che rimane quando per amore devi anche saper aprire le porte e lasciare che un altro amore faccia il suo corso.
Poi quando vi rivedo felici, liberi, assopiti su un divano o sfrenati in spazi verdi che non avrei mai immaginato sento che qualcosa si muove all'interno di quel vuoto che è rimasto. Con quella foto mi hanno fatto un regalo grande ma loro non lo sanno! Un sorriso mi illumina gli occhi mentre sento una grande emozione che sprofonda nel cuore …. socchiudo gli occhi desiderando che per tanti accada la stessa cosa, che presto trovino lo stesso meraviglioso amore ...
Da quel vuoto dove sembra affondare ogni forza e ogni voglia di andare avanti riemerge qualcosa che mi chiama ... non posso fare altro che rispondere ... 


Antonella Riviello




Cosa può fare un cane per un bambino autistico


Il cane da assistenza al bambino con problemi di autismo ha una preparazione unica al mondo. A differenza del cane guida che aiuta espletando per lo più compiti fisici, il cane da assistenza autismo si prende molta più cura del supporto emotivo.

Semplicemente con la sua presenza, per il solo fatto di essere lì e di essere un compagno solido e rassicurante, può contribuire ad alleviare un sovraccarico sensoriale, pericolo costante per le persone affette da questa patologia. I soggetti affetti da autismo, sono spesso in grado di filtrare gli input sensoriali, queste persone sentono, vedono ed odorano tutto e di solito sono in grado di ignorare o reindirizzare in modo anomalo questi stimoli. Mettendo un cane al loro fianco si possono notevolmente aiutare, dando loro un punto fisso di riferimento, o un modo per mettere meglio a fuoco le loro casuali esperienze ambientali.

Inoltre, la maggior parte dei bambini con autismo non ha il concetto di tutela personale e, per questo motivo, non può passeggiare all’aria aperta o in mezzo al traffico. Il cane da assistenza ha una capacità molto speciale per aiutarli. L’animale guiderà i passi del bambino quasi al pari di un cane guida per non vedenti e saprà contrastare, per mezzo di una semplice cintura che li unisce, i scatti repentini del bambino.

La gentilezza e la dolcezza del cane da assistenza autismo aiuterà il bambino ad essere più tollerante in presenza di forti rumori, paure o situazioni che potrebbero di fatto scatenare crisi convulsive. I cani possono essere inoltre addestrati ad usare il loro magico intervento per inibire, sin dai primi momenti, i pericolosissimi comportamenti autolesivi.

L’American Disabilities Act afferma semplicemente che una persona con una disabilità che limita sostanzialmente una o più attività principali della vita, potendo beneficiare di un cane di servizio addestrato a svolgere compiti per limitare tali disabilità sociali, emozionali e di assistenza, vedrà tranquillamente aumentata di oltre il 50% la qualità della sua vita.

I cani da assistenza addestrati possono essere quindi il legame tra un bambino con autismo e il mondo che lo circonda. Con il suo amore incondizionato e pazienza intrinseca, un cane guida può indubbiamente donare molto più supporto di qualsiasi umano con cui possa interagire.

La domanda per i cani di servizi specializzati per l’autismo è in rapida crescita. Questi cani vanno dappertutto con i loro destinatari per aiutare i bambini in tutte le attività, compresa la scuola. Inutile dire che ai cani è consentito l’accesso in tutti i luoghi pubblici, che devono, dal loro canto, obbligatoriamente consentire l’accesso. E ‘inoltre importante ricordare che, l’inserimento in famiglia di un cane di servizio, non farà di lui un semplice animale domestico da compagnia, ma bensì un membro di fiducia della famiglia stessa e che attraverso questo rapporto, si instauri un rispetto e un affetto atto ad un reciproco sviluppo.

 (Fonte: http://www.ontuscia.it)



lunedì 11 aprile 2016

Vittoria Per Gli Animali: l’FBI Classifica Gli Atti Di Crudeltà Allo Stesso Livello Degli Omicidi

Arriva dagli Stati Uniti una notizia che è una grande vittoria per chi difende i diritti degli animali. A partire dal 1 gennaio 2016, l’FBI tratterà gli atti di crudeltà verso gli animali come crimini di classe A, la stessa categoria attribuita agli omicidi.
In sostanza significa che il più importante sevizio investigativo americano avrà il dovere di condurre le indagini relative a casi di maltrattamento sugli animali con la stesso impegno e serietà che le vengono richiesti per i casi di omicidio.

fbi-office
Fonte: @OnPoint

Una statistica ufficiale dei casi di maltrattamento
Dall’inizio del mese, i dati relativi a questi casi vengono registrati nel sistema  NIBRS (acronimo di National Incident-Based Reporting System), utilizzato dall’FBI per catalogare i crimini a livello nazionale.
Mary Lou Randour, che lavora sui programmi di prevenzione contro la violenza sugli animali per l’associazione Animal Welfare Institute, spiega perché si tratta di un passo importante:
“Prima di questo cambiamento], non c’era modo di conoscere la frequenza con cui si producevano questi crimini, quando accadevano, e se erano in aumento oppure no. I dati sono fondamentali. In questo modo avremo un maggior numero di informazioni relative al maltrattamento degli animali, cosa che ci permetterà di intervenire e prevenire in modo più efficace. “

abuse-5 
Fonte: @VetRanchRescue

Quattro categorie di crimine

L’FBI ha redatto una definizione ufficiale di che cosa si intenda per ‘atto di crudeltà’ verso gli animali:

“Si tratta di un atto intenzionale, premeditato o spontaneo, che consiste nel maltrattare o uccidere un animale senza ragione, come la tortura, la mutilazione, l’avvelenamento o l’abbandono.”

Gli atti di crudeltà saranno suddivisi in quattro categorie: negligenza, abuso intenzionale e tortura, maltrattamenti organizzati (come ad esempio i combattimenti di galli o cani), abusi sessuali.

animal-abuse-210
Fonte: @HopeForPaws

Obiettivo: far diminuire i crimini

La decisione dell’FBI rientra in un progetto più vasto di lotta contro il crimine. Numerose indagini hanno evidenziato un legame tra i casi di maltrattamento degli animali e i crimini contro gli esseri umani.
Stando a uno studio psicologico condotto dalla New YorkState Humane Association, il 70% dei criminali hanno incominciato la loro ‘carriera’ maltrattando gli animali.

Caitlyn-Dogs-Best-Day
Fonte: @ThisDogsLife
 
Il Dr. Harold Hovel, che ha diretto lo studio, spiega:
“I killer seriali di norma compiono atti di violenza sugli animali. La connessione è tale che è raro incontrarne uno che non abbia incominciato la sua ‘carriera’ maltrattando degli animali. “
In sostanza, l’FBI ha dedotto che le persone che oggi torturano gli animali hanno buone probabilità ci diventare i serial killer di domani.

caitlyn-abuse 
Fonte: @HolidogTimes

Indipendentemente dalla prevenzione di crimini nei confronti degli umani, questa decisione rappresenta un grande passo avanti per gli animali.
All’inizio del 2015, la Francia ha cambiato lo statuto degli animali nel codice civile definendoli come ‘esseri sensibili’. Oggi tocca agli Stati Uniti fare un grande passo avanti. Anche se resta ancora molta strada da fare, dobbiamo rallegrarci per questo cambiamento e pensare che un altro punto a favore degli animali è stato segnato.

fonte: Holidogtimes.com